Codice etico:
1. Rapporti interni.
1.1. Democraticità nelle decisioni - in tutti i livelli e per ogni questione, adozione delle decisioni a maggioranza o all'unanimità.
1.2. Ingresso nell'Associazione ed esclusione dalla stessa previa valutazione da parte del Plenum / Commissione.
1.3. Accesso alle Cariche mediante elezione.
1.4. Assoluta riservatezza delle discussioni dei diversi Organi e del Plenum.
1.5. Partecipazione diffusa, cooperazione tra i componenti e condivisione delle responsabilità.
1.6. Ripartizione degli oneri economici.
1.7. Trasparenza nella gestione economica e nelle attività di finanziamento.
1.8. Impostazione teorica ed azione pratica improntate ad autonomia e distinzione rispetto ad ogni tipo di ideologia politica, confessione religiosa o corrente dottrinale e filosofica.
2. Rapporti esterni.
2.1. Con i competitori: rettitudine, correttezza, veridicità, apertura al confronto; rifiuto di espressioni diffamanti, offensive o irridenti.
2.2. Con i simpatizzanti: disponibilità a divulgare le posizioni ed i progetti dell'Associazione; veridicità sugli obiettivi; coerenza tra la comunicazione e l'azione.
3. Obiettivi ed azione.
3.1. Studio, valutazione ed analisi delle problematiche incidenti sulla Classe forense.
3.2. Individuazione di interventi mirati, contingenti o strutturali, per la risoluzione delle problematiche di cui al p. 3.1.
3.3. Organizzazione di gruppi di lavoro per la realizzazione degli interventi o per la loro promozione presso gli Organi competenti.
3.4. Organizzazione del consenso della Classe forense attorno agli obiettivi dell'Associazione.
3.5. Probità, coerenza; approntamento degli strumenti operativi e cognitivi necessari al raggiungimento degli scopi dell'Associazione.
3.6 Istituzione e gestione di un Centro Studi, con componenti selezionati tra coloro in possesso di determinati requisiti e comunque eletti su base democratica, tra i cui compiti, la valutazione dell’attività formativa e/o la pubblicazione di articoli scientifici.

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Direzione Generale Muse

Omaggio a Pirandello a Villa del Colle del Cardinale.

A Palazzo Bufalini di San Giustino si presenta, invece, libro sulla Filarmonica di Lama

Appuntamenti per l’estate a Villa del Colle del Cardinale (Strada per Sant’Antonio, 1, Colle Umberto, Perugia) e a Palazzo Bufalini (San Giustino), due residenze appartenenti al Polo museale dell’Umbria e dirette da Tiziana Biganti

Villa del Colle del Cardinale sono state organizzate tre serate, a cura di Sergio Carrivale, tre serate dedicate a Luigi Pirandello (1867-1936), premio Nobel per la letteratura nel 1943. Simona Esposito sabato 7 luglio, alle ore 21, leggerà pagine da La giara (novella composta nel 1906 pubblicata nel 1909) mentre sabato 18 luglio, alle ore 18, sarà la volta de Il gatto, un cardellino e le stelle (del 1917) e sabato 21 luglio, alle ore 21, di Ciaula scopre la luna (1907). Per informazioni e prenotazioni: 3316533634.

Domenica 8 luglio, invece, in occasione del 40° anniversario della rifondazione dell’Associazione Filarmonica di Lama, nella sala dei ritratti di Palazzo Bufalini di San Giustino, sarà presentato il libro “Un secolo di musica. Cenni storici e appunti di viaggio” di Massimiliano Rossi, Massimo Testamigna, Bruno Pasquetti. Racconti scritti e fotografati dedicati alla Filarmonica con particolare riferimento all’ultimo decennio dell’associazione.

Più letti

Lunedì, 21 Gennaio 2019
Vis Romana
Venerdì, 10 Maggio 2019
Exco fiera di Roma
Sabato, 11 Maggio 2019
Nelson Mandela program

Ultime news

Sabato, 04 Aprile 2020
Il CORONA VIRULENTO
Sabato, 11 Maggio 2019
Nelson Mandela program
Venerdì, 10 Maggio 2019
Exco fiera di Roma
Venerdì, 10 Maggio 2019
Cameroon
Venerdì, 10 Maggio 2019
EX AFRICA